Quali macchine scegliere per il confezionamento farmaci?

452 679
Esistono condizioni e requisiti specifici necessari per il confezionamento dei farmaci? E confezionatrici particolari? Scopriamo di più sulle modalità di confezionamento dei farmaci e quali macchine sono più indicate per questa applicazione.
Minipack Torre spa
450 150

Il lavoro di confezionamento dei farmaci è un lavoro delicato: mentre assolve la funzione di protezione del prodotto, per trasportarlo con facilità, la confezione del farmaco deve anche rispettare i parametri di conservazione dei principi attivi e quelli di sicurezza per i pazienti, garantire l’usabilità del medicinale e la sua facile identificazione.

Per questo motivo, il confezionamento dei farmaci avviene tramite macchine speciali, in acciaio inox, e si svolge in ben 3 step:

  1. Packaging primario
  2. Packaging secondario
  3. Un eventuale packaging terziario.

 

3 step per il confezionamento farmaci

I 3 step del processo di confezionamento dei farmaci rispondono a tutte le esigenze di conservazione del prodotto:

  1. Packaging primario. Blister, bustine, fiale, flaconi, tubetti: tutto ciò che è a diretto contatto con il medicinale, e serve a conservare l’efficacia dei suoi principi attivi.
  2. Packaging secondario. La scatola che contiene il packaging primario e serve a proteggerlo dai danni.
  3. Packaging terziario. L’eventuale imballaggio per un trasporto a lunga distanza.

L’imballaggio funge anche da supporto per la marcatura CE (con il lotto di produzione che identifica la filiera) e per la codifica della data di scadenza.

 

L’igiene è fondamentale in ogni fase di confezionamento

Sicurezza e igiene sono parametri da rispettare non solo a confezionamento avvenuto, ma durante tutto il processo di imballaggio. Un valido sostegno in termini di igiene e sicurezza viene dall’utilizzo di macchine in acciaio inox.

L’acciaio inossidabile, come dice il nome, è un materiale particolarmente resistente all’ossidazione e alla corrosione: lo strato più superficiale, a contatto con l’ossigeno, è il primo a passivarsi e a formare uno strato di ossido che protegge tutti gli strati sottostanti dalla corrosione.

Inoltre, l’acciaio inox è un materiale caratterizzato da una porosità quasi nulla: nessuna molecola di sporcizia, né residui di detergenti o solventi, riesce a incastrarsi nella sua struttura, garantendo sempre la massima pulizia e rispetto degli standard di igiene.

 

Le macchine più idonee per il confezionamento dei farmaci

Alla luce di queste esigenze, possiamo consigliare alcune confezionatrici che si prestano perfettamente al confezionamento dei farmaci; si tratta di due termoretraibili - una semiautomatica e una automatica con saldatura a L – e di due tunnel di termoretrazione.

 

MODULAR 50 INOX

Confezionatrice semiautomatica con saldatura a L, flessibile, pratica, e capace di operare su qualsiasi materiale. Il sistema di saldatura è a controllo elettronico e consente di memorizzare diversi programmi così da semplificare tutte le fasi di confezionamento dei farmaci. La resa produttiva è massima, così come la sicurezza e il tutto a un costo contenuto.

La MODULAR 50 Inox può essere completata con il Tunnel 50 nelle due versioni: Digit Inox o Twin Inox.

 

TUNNEL 50 DIGIT INOX

Tunnel di termoretrazione realizzato interamente in acciaio inox, espressamente progettato per le esigenze particolari del settore farmaceutico (e di quello food). Permette di impostare fino a 9 programmi personalizzabili per la termoretrazione del film di imballaggio, e di regolare manualmente l’altezza del tappeto. Il nastro trasporta il prodotto, insieme alla rulliera in uscita di serie sulla linea.

 

TUNNEL 50 TWIN INOX

Il Twin Inox è l’ideale per confezionare piccoli prodotti ad altissime velocità, ottenendo packaging sicuri e esteticamente ottimali: proprio quello che serve per il confezionamento dei farmaci. Ha infatti una doppia camera di riscaldamento con regolazione separata, eccezionale capacità di isolamento termico, elevate velocità sia di passaggio che di retrazione.

 

PRATIKA 56 MPE REVERSE INOX

Pratika è una confezionatrice termoretraibile completamente automatica, ideale per sostenere gli elevati ritmi produttivi della media impresa. Si tratta di una confezionatrice tecnologicamente avanzata (controllata da PLC Schneider Electric) ma, al tempo stesso, molto semplice da utilizzare (anche grazie al display touch screen a colori).

Garantisce alti ritmi di lavoro grazie al doppio portellone, per lo sviluppo del lavoro da entrambi i lati. La saldatura è a L, perfezionata dal dispositivo di saldatura Center Sealing. Può confezionare sia pacchi singoli che gruppi di prodotti.

 

Non sei certo di quale macchina sia la più adatta per il confezionamento dei farmaci?

CONTATTACI

698
Scrivi un commento
Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci subito, risponderemo a tutte le tue richieste!

Scopri di più
Chiudi