Confezionamento sottovuoto: come funziona?

452 573
Il confezionamento sottovuoto preserva i prodotti alimentari in maniera sicura e duratura. Scopriamo insieme come funziona, quali macchine è possibile utilizzare e come scegliere quella giusta per la propria attività.
Minipack Torre spa
450 150

Uno dei maggiori pericoli che può correre un alimento, soprattutto se fresco e ricco di liquidi, è quello di subire un’alterazione sia fisica che chimica a causa dei microrganismi batterici presenti nell’aria: ecco perché il confezionamento sottovuoto è uno dei metodi più sfruttati in ambito alimentare. 

Conservare un alimento sottovuoto, subito dopo il processo di produzione, è il miglior modo di preservarne le qualità organolettiche e i valori nutritivi. Grazie all’eliminazione totale dell’aria dalle confezioni e dagli imballaggi, l’alimento mantiene integre le proprietà nutritive, oltre all’aroma e al sapore, offrendo, in questo modo, un prodotto di altissima qualità: la sua squisitezza viene congelata e conservata fino al momento del suo consumo.

Ma come avviene esattamente il processo di confezionamento sottovuoto?

 

Come avviene il confezionamento sottovuoto

Prima di tutto, l’aria viene sottratta dalla confezione ed eliminata per mezzo di un aspiratore; dopodiché l’imballaggio viene sigillato ermeticamente, in modo tale che l’aria non possa più entrarvi all’interno. L’estrazione dell’aria può essere eseguita attraverso macchine ad aspirazione esterna o tramite macchine a campana.

 

Macchina ad aspirazione esterna Savevac 

 

confezionamento-sottovuoto-campana

Confezionatrice a campana MVS31XP

 

Come scegliere la macchina giusta

La scelta della confezionatrice per il sottovuoto, in genere, è determinata dal tipo di alimento che dev’essere confezionato. 

  • Per gli utilizzi casalinghi, o per applicazioni leggere in ambito professionale, è perfetta una confezionatrice ad aspirazione esterna;
  • Per gli utilizzi professionali, che vanno dal cocktail bar al ristorante, dalla gastronomia all'azienda di produzione, l'unica macchina adatta è una confezionatrice a campana; è proprio questa, infatti, a garantire un'estrazione dell'aria pari al 99%.

In base agli spazi e alle necessità materiale, è poi possibile scegliere una confezionatrice a campana da banco oppure carrellata, a vasca singola o doppia, e anche modelli con funzioni di cottura sous-vide, marinatura o infusione.

Confezionatrice sottovuoto per la preparazione di ricette, infusi e marinature MX 2

SCOPRI LA GAMMA COMPLETA MINIPACK-TORRE

 

I benefici del confezionamento sottovuoto per gli alimenti

Perché è fondamentale dotarsi di una confezionatrice sottovuoto se si lavora nel settore food? Perché il confezionamento sottovuoto conserva e mantiene, e allo stesso tempo esalta e prepara al meglio alle lavorazioni successive.

Eliminando l’aria, viene creato un ambiente ostile ai microrganismi aerobici, come muffe e batteri i quali, in assenza di ossigeno, muoiono e non intaccano le proprietà organolettiche (colore, consistenza, aroma) e nutritive (proteine, vitamine, amidi) degli alimenti. Inoltre, grazie alla conservazione sottovuoto, entra in gioco il processo di essiccamento: l’acqua, alle basse pressioni, evapora e viene rilasciata all’esterno. Un ambiente poco umido rallenta la creazione di batteri e muffe.

Insomma, con il confezionamento sottovuoto è possibile regalare la fragranza e l’aroma del cibo appena cucinato, assicurando la massima igiene.

 

Vuoi saperne di più sulle nostre soluzioni per il confezionamento sottovuoto? Contatta i nostri esperti per una consulenza gratuita o per maggiori informazioni sulla nostra gamma di confezionatrici.

CONTATTACI

 

545
Scrivi un commento
Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci subito, risponderemo a tutte le tue richieste!

Scopri di più
Chiudi